Original Armenia

è il più affidabile tour operator locale specializzato in pellegrinaggi, trekking, cicloturismo, viaggi culturali con destinazione Armenia, Georgia e Iran.

Covid in Armenia; Coronavirus

Covid-19 in Armenia

CHIARIMENTI DELLE AUTORITA’  IN MERITO ALLA PANDEMIA DI CORONAVIRUS / COVID-19 IN ARMENIA

Il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d’Armenia ha chiarito le modifiche alla procedura di ingresso nella Repubblica di Armenia, in relazione alla pandemia Coronavirus / Covid-19.

Il Governo della Repubblica d’Armenia, con deliberazione dell’11/09/2020, in vigore dal 12/01/2021, ha stabilito che il periodo di quarantena in tutto il territorio nazionale è prorogato fino all’11/07/2021.

Le restrizioni all’ingresso nella Repubblica d’Armenia, per i non cittadini, sono state revocate: d’ora in poi tutti gli stranieri possono entrare sia per via aerea sia per via terrestre.
Per entrare nel territorio della Repubblica d’Armenia, attraverso i valichi di frontiera aria-terra, è indispensabile presentare un certificato, stilato non prima di 72 ore, che confermi il risultato negativo all’esame PCV, per la diagnosi di Coronavirus / Covid-19.

Il certificato deve essere redatto in lingua armena, russa o inglese, con tutti i dati di contatto dell’Istituto medico che ha eseguito l’esame; il documento deve contenere altresì nome e cognome della persona esaminata, la sua data di nascita, il numero di passaporto/carta d’identità, il risultato dell’esame e deve essere firmato dal supervisore e/o dal responsabile giuridico dell’Istituto medico che lo rilascia.

Oltre al certificato di negatività al Coronavirus / Covid-19, l’Autorità armena (Ispettorato del Lavoro e della Salute) può eseguire immediatamente un esame (termometro remoto, esame esterno, indagini aggiuntive) al fine di identificare la sussistenza o meno dei sintomi d’infezione.

Le persone non in possesso del certificato sopra detto sono soggette obbligatoriamente a campionamento all’aeroporto o al valico di frontiera terrestre e ad autoisolamento forzato, fino all’ottenimento di un test PCR negativo.
Secondo i risultati dell’esame, ove ricorrano i sintomi d’infezione da Coronavirus / Covid-19, la persona viene ricoverata in ospedale.
I costi relativi all’eventuale esame e al trattamento PCR sono a carico dell’infetto.

16 Marzo 2021.