Original Armenia

è il più affidabile agente ricettivista per viaggi e vacanze con destinazione Armenia, Georgia e Iran.

Incontro con la dea

Incontro con la dea

L’Armenia, nel panorama turistico internazionale, è conosciuta prevalentemente per il suo prezioso patrimonio di edifici religiosi, conservato per secoli, grazie alla profonda e incrollabile fede cristiana del suo popolo; con il presente pacchetto/programma, Original Armenia si propone lo scopo di mostrare il territorio e la civiltà che su di esso si è evoluta e consolidata sotto un diverso punto di vista: già alcuni millenni prima dell’era cristiana – nel periodo neolitico – qui vivevano in pace popolazioni evolute e sagge, che non conoscevano la guerra, né gli strumenti per farla perché guidati da equilibrate donne anziane (civiltà matrifocale). Tali popoli adoravano la “Dea”. Di tale “religione”, in Armenia, sono rimaste tante testimonianze, che vi invitiamo a scoprire.

 

Il presente “pacchetto” prevede servizi per 8 giorni / 8 notti. Pernottamenti in strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, con sistemazione in camere doppie/multiple e trattamento di pensione completa.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE:

da conteggiarsi in riferimento al numero dei partecipanti – QUOTAZIONE A RICHIESTA

 

La quota comprende: i soli servizi a terra e più precisamente:
Accoglienza in aeroporto;
Trasferimento Zvartnots aeroporto – Yerevan città e viceversa;
Minibus con conducente per gli spostamenti programmati;
Autovetture fuoristrada per l’ascesa al Monte Ukhtasar;
Soggiorno in strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, con sistemazione in camere doppie/multiple e trattamento di pensione completa (pernottamenti, colazioni, pranzi e cene);
Accompagnatore locale per il servizio d’interpretariato e per ogni questione logistica;
Visite guidate ai siti neolitici e guida alle cerimonie sciamaniche in situ, effettuate da Devana – sciamana, studiosa, viaggiatrice e scrittrice;
Ingressi se e quando dovuti.

 

La quota non comprende:
Il viaggio aereo e le relative tasse aeroportuali;
Le bevande ai pasti, salvo l’acqua;
Le spese strettamente personali, le eventuali mance e quant’altro non previsto esplicitamente nel precedente paragrafo “La quota comprende”.

 

Documenti necessari per l’ingresso in Armenia:
Per i turisti provenienti da un Paese facente parte dell’Unione Europea è sufficiente mostrare il proprio passaporto con validità residua in data non anteriore a sei mesi, successivi a quella di “fine-viaggio”. Non è richiesto alcun visto d’entrata e/o di soggiorno (N. B.: Il rilascio del passaporto richiede da uno a tre mesi di tempo – dipende dalle singole Questure).

8 giorni / 8 notti
1

Arrivo in Armenia

Arrivo all’aeroporto di Zvartnots controllo passaporti, operazioni doganali, ritiro bagagli e accoglienza. Trasferimento in albergo; sistemazione e tempo a disposizione di ciascuno per alcune ore di riposo. Dopo alcune ore, cenni sulla civiltà della Dea e sullo sciamanesimo con Devana, pranzo. Nel pomeriggio, visita al Museo di Storia Nazionale per collegarsi all’energia della Dea attraverso il contatto visivo con i reperti in ceramica ricchi di simboli dell’antica spiritualità femminina – vasi, fregi simbolici, statuette femminili – e meditazione davanti alle anfore: connessione con la Dea. Tempo libero per una breve passeggiata; cena e pernottamento.
2

Yerevan – Metsamor – Byurakan – Agarak – Yerevan

Dopo colazione, partenza per Metsamor, sito neolitico nel quale è ancora visibile un insediamento abitativo con forno e area cerimoniale per i riti domestici: offerte di fiori alla Dea. Si prosegue per Byurakan, dove si assisterà alla preparazione, da parte delle donne, del tradizionale pane lavash cotto nel forno d’argilla a riverbero, chiamato tonir. Pranzo, rituale con pane lavash, ortaggi e formaggio biologici. Prosecuzione per l’area cerimoniale di Agarak – situata tra le sacre montagne Ararat, Aragats e Ara – dedicata alla purificazione, con vasche scavate nel tufo e coppelle. Cerimonia in cerchio con canti e tamburo: offerta alla terra. Rientro a Yerevan, cena e pernottamento.
3

Yerevan – Sisian

Dopo colazione, partenza per Sisian, arrivo e sistemazione. Pranzo, passeggiata alle cascate Shaki, con rito di purificazione nell’acqua e preparazione all’incontro con la Dea. Escursione (facoltativa) alla vicina montagna che presenta un’estesa formazione geologica di basalto detta a “canne d’organo”. Cena e pernottamento a Sisian.
4

Sisian – Karahunj – Uz – Sisian

Dopo colazione, processione a piedi verso Karahunj (4 km), tempio megalitico della “Dea Uccello”, risalente probabilmente all’8° millennio a.C. e dedicato ai riti di rigenerazione. Il termine Karahunj nel linguaggio locale significa “voce delle pietre”. Cerimonia di incontro con la Dea e offerte alla Terra. Pranzo al sacco. Tempo libero per passeggiare e meditare in silenzio tra i monoliti. Cammino per arrivare alla sorgente calda ed alla relativa pozza d’acqua termale: cerimonia d’immersione consapevole nell’acqua (Km 7,5 solo andata da Karahunj). Al tramonto, sempre a Karahunj, canti con tamburo e meditazione all’Ovest, la direzione della rinascita. Cena e pernottamento a Sisian.
5

Sisian – Ukhtasar – Sisian

Dopo colazione, partenza in fuoristrada per Ukhtasar, montagna ricca di petroglifi sciamanici risalenti al 5° millennio a.C. Da sempre gli sciamani compiono viaggi astrali utilizzando sostanze psicotrope estratte da funghi e radici, contenenti dimetiltriptamina. Secondo la tesi di Graham Hancock i pittogrammi preistorici furono incisi da sciamani sotto l’effetto di tali sostanze, che lasciarono testimonianza di ciò che vedevano “oltre la soglia”. Cerimonia di “ricerca della visione”. Pranzo al sacco. Tempo libero per collegarsi in autonomia con la natura circostante; passeggiate nei dintorni (chilometraggio/ore da stabilire al momento), canti e danze ai bordi del laghetto vulcanico, nei pressi della vetta. Rientro a Sisian. Cena e pernottamento.
6

Sisian – Khndzoresk – Sisian

Dopo colazione partenza per Khndzoresk, villaggio troglodita scavato nella roccia. Esperienza nelle grotte, che anticamente erano gli alloggi de-gli abitanti, confortevoli e asciutte. Passeggiata in silenzio tra i “camini delle fate” armeni. Cerimonia di riconnessione alla roccia. Escursione al Monastero di Tatev, pranzo e tempo libero per collegarsi energeticamente. Ritorno a Sisian. Cena. Falò rituale con invocazione del Sacro Fuoco e pernottamento.
7

Sisian – Areni – Yerevan

Dopo colazione, partenza per Yerevan. Lungo la strada sosta ad Areni, nella gola del fiume Amaghu. Ingresso nella caverna che fu un’area cerimoniale datata tra il 6° e il 4° millennio a.C.: le offerte votive e i resti ossei trovati, fanno pensare che si tratti di un sito funerario dell’antica civiltà della Dea, dedicato alla rigenerazione. Canto in grotta e connessione con il “passaggio” oltre la soglia. Pranzo e passeggiata in silenzio nella gola del fiume. Arrivo a Yerevan e cena. A seguire, visita alla Cascade, singolare parco cittadino, e alla Venere di Botero, scultura in bronzo sistemata nei giardini antistanti la grande scalinata. Cerimonia (discreta) di saluto alla Dea nel suo aspetto di abbondanza e di gioia. Pernottamento in albergo.
8

Yerevan

Trasferimento in aeroporto per il viaggio di rientro In Italia.
9

Avvertenza: il viaggio è all’insegna di una seria e profonda spiritualità nativa. E’ sconsigliato a chi non sia in sintonia con il risveglio della Nuova Umanità e a chi cerchi semplicemente lo svago.
s