A perdita d’occhio

Trekking a piedi – 11 giorni / 10 notti 

PROGRAMMA E ITINERARIO
1° GIORNO: YEREVAN, CITY TOUR
Arrivo all’aeroporto di Zvartnoz – accoglienza – riposo per qualche ora o visita agli scavi di Erebuni, l’originale Yerevan. A seguire visita al Museo di storia nazionale per ottenere alcune preziose informazioni sul territorio che si visiterà.

2° GIORNO: YEREVAN – DILIJAN – HAGHARTSIN – GOSHAVANK – CHAMBARAK
Trekking a piedi per il monastero di Haghartsin (Danza delle aquile), maestoso e isolato nella folta foresta del Parco Nazionale di Dilijan. Proseguimento per il Monastero di Gosh e dopo la visita continuazione per il villaggio di Chambarak per ammirare la produzione del formaggio Motal (considerato tra i migliori cinque formaggi al mondo!) – Presidio Slow food.
Km a piedi circa 13.

3° GIORNO: CHAMBARAK – SEVANAVANK – NORADUZ – TSAGHKASHEN
Si parte in direzione del Lago Sevan (Lago Nero) per visitare l’omonimo monastero, situato su una penisola collinare, dalla quale si gode di una bellissima vista sulla vastità delle acque. Si prosegue per il Cimitero medievale di Noraduz, che conserva quasi mille Khachkar antiche e per il villaggio di Tsaghkashen, alle falde della vicina catena montuosa; sgambata lungo i pendii per scoprire le numerose specie vegetali endemiche e i tantissimi insetti.
Km a piedi circa 5.

4° GIORNO: TSAGHKASHEN – AKNALICH
Si parte alla volta della catena dei Monti Geghama, una serie di vulcani situati nel centro di Armenia che raggiungono un’altezza di 3.597 m.; la meta è il Lago Akna, (m 3.032 s.l.m.) di stupenda bellezza, raccolto nel cratere vulcanico. Qui si cena e si pernotta.
Km a piedi circa 14.

5° GIORNO: AKNALICH – VETTA DELL’AZHDAHAK – VISHAPALICH
Sveglia di primo mattino per ammirare l’alba e partenza per la cima del Monte Azhdahak (3.597 m), anch’esso vulcano spento. Dopo un paio d’ore di riposo in vetta inizia la discesa fino al Lago Vishap (Lago del Drago). Lungo il sentiero è facile incontrare gli ospitali pastori Yazidi. Il pernottamento è previsto in tenda e si cena all’aperto, ai bordi del Lago Vishap.
Km a piedi circa 19.

6° GIORNO: VISHAPALICH – GOGHT – GEGHARD – GARNI – YEREVAN
Dal Lago Vishap si continua a scendere gradatamente fino a raggiungere il Monastero di Geghard (patrimonio Unesco), eccezionale costruzione architettonica, parzialmente scavata nella roccia della montagna adiacente) Si continua alla volta del villaggio di Garni per visitare l’omonimo, famoso Tempio, dedicato al Dio Sole, costruito su una precedente fortificazione risalente al terzo millennio a.C.
A piedi si prosegue verso collina di roccia vulcanica che contiene migliaia di formazioni di basalto dette “a canna d’organo” per la loro forma simile a tubi esagonali, veramente stupefacenti. Si rientra a Yerevan.
Km a piedi circa 14.

7° GIORNO: YEREVAN – MONTE ARA – BYURAKAN
Si parte in autovettura alla volta di uno dei villaggi che si trovano alle falde del Monte Ara, maestoso cono vulcanico (circa m. 2.600 s.l.m.). L’asperità del pendio verrà ripagata dalla stupenda vista di cui si gode in vetta e dalla varietà di paesaggi lungo la via di salita. Si scende lungo il versante occidentale dal quale si può contemplare il canyon formato dal fiume Kasakh, che si attraverserà per visitare il grazioso Monastero di Saghmosavank (dei Salmi).
Si prosegue per il villaggio di Byurakan (famoso per ospitare un importante osservatorio astronomico); lungo il percorso, breve sosta presso il “monumento all’alfabeto”, con il quale l’Armenia ha voluto rendere omaggio a Mashtots, suo geniale inventore.
Km a piedi circa 18.

8° GIORNO: BYURAKAN – AMBERD – KARI LICH
Si parte a piedi da Byurakan e si comincia a salire verso il piccolo villaggio di Antarut per continuare fino alla Fortezza di Amberd, una possente e imprendibile rocca, eretta attorno all’anno mille. Dopo la visita si continua a piedi per poco più di sei chilometri e si raggiunge la via di salita al Lago Kari (m 3.190 s.l.m.), nei pressi del cono vulcanico del Monte Aragats (m 4.090 s.l.m.) – il monte più alto dell’Armenia. Pernottamento in tenda e cena all’aperto.
Km a piedi circa 17.

9° GIORNO: LAGO KARI – CIMA SUD – CASCATA GEGHAROT – VILLAGGIO DI ARAGHARS – YEREVAN
Si parte in trekking, a piedi per raggiungere la cima Sud dell’Aragats (m 3.879), da cui si può godere di un panorama stupendo, sia sulla pianura sottostante, sia sull’orrido cratere e sulle altre tre cime sorelle. Si scende, costeggiando il bordo del giacciaio, verso la cascata Gegharot, a quota m 3.020, per ammirarne la discreta portata, la flora e la fauna che popola i dintorni e si prosegue verso valle per il villaggio Araghats, dal quale in autovettura si ritorna a Yerevan.
Km a piedi circa 24.

10° GIORNO: YEREVAN, CITY TOUR
Si prosegue la visita della città, iniziata il primo giorno: un tipico e colorato mercato della frutta e delle spezie; il Matenadaran, biblioteca, intitolata a Mesrop Mashtots, che custodisce più di 17.000 manoscritti e circa 100.000 documenti d’archivio, medievali e moderni; le cantine “Ararat”, nelle quali si produce, secondo gli intenditori, il più pregiato brandy al mondo (degustazioni); un laboratorio di tappeti armeni, dove si possono ammirare le donne che lavorano a telaio, secondo la tradizione, le lane colorate. “Cena d’arrivederci”.

11° GIORNO: Partenza per il rientro a casa.

SCHEDA TECNICO INFORMATIVA