Pedalando incontro all’orizzonte

Trekking in bicicletta – 15 giorni / 14 notti

PROGRAMMA E ITINERARIO
1° GIORNO: arrivo a Yerevan (aeroporto Zvartnots); accoglienza, trasferimento in albergo e sistemazione. Dopo qualche ora di riposo, visita – in bicicletta – al Tzitzernakaberd (Fortezza delle rondini), monumento alla memoria del “genocidio armeno” e al relativo parco commemorativo; Pranzo in un ristorante etnico.
Nel pomeriggio, visita – a piedi – al Matenadaran – edificio intitolato al monaco Mesrop Mashtoz, che custodisce numerosi manoscritti, ed alla Cascata Monumentale, parco cittadino dall’alto del quale si gode una di magnifica vista del biblico Monte Ararat. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 10).

2° GIORNO: dopo colazione, partenza alla volta di Garni; visita al famoso Tempio d’epoca romana e alla circostante area archeologica (terme). Pranzo.
Nel pomeriggio, proseguimento per il villaggio di Geghard e visita di Geghardavank, uno dei monasteri più significativi della religione armena, apice dell’architettura medievale. Breve escursione nei dintorni per ammirare le formazioni rocciose dette “a canna d’organo”. Rientro a Yerevan. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 57).

3° GIORNO: dopo colazione, partenza in autovettura per il villaggio di Pokr Vedi ed inizio dell’escursione in bici alla volta del Monastero di Khor Virap (Fossa Profonda), alle falde del maestoso Monte Ararat; visita degli edifici religiosi e proseguimento, in direzione Sud per Yeraskh. Si continua in autovettura fino a Zangakatun e da qui si rimonta in bici alla volta del piccolo villaggio di Chiva, in cui si pranza.
Nel pomeriggio, proseguimento per Areni e per il Complesso monumentale di Noravank, importante monastero eretto dal famosissimo architetto e scultore medievale Momik. Dopo la visita, rientro a valle attraverso la stretta, singolare e stupefacente gola formata dal Fiume Amaghu. Proseguimento per la città di Yeghegnadzor, per la cena e il pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 77).

4° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici – percorrendo la storica e famosa “via della seta”, che raggiunge Teheran – fino al bivio per Jermuk; da qui in autovettura si sale al Vorotan pass (m 2.360). Si rimonta in sella ai “cancelli di Syunik” e si scende gradatamente verso Sisian. Pranzo.
Nel pomeriggio escursione in bici alla volta del Lago Shamb. Lungo il percorso si faranno brevi soste per ammirare e visitare diversi monumenti di singolare valore storico. Rientro in bicicletta a Sisian per la cena e il pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 98).

5° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici verso il sito preistorico di Karahunj (Zorats Carer) dove si potranno ammirare degli antichissimi menhir. Proseguimento alla volta di Tatev; lungo il percorso visita all’area del “ponte del diavolo” e alle vicine, colorate, grotte termali. Pranzo nel villaggio di Tatev.
Nel pomeriggio visita al Monastero fortificato di Tatev, che risale al IX secolo e ha ospitato una delle più importanti Università medievali armene. Proseguimento in autovettura per la città di Goris e da qui, in bici, per il pittoresco villaggio di Khndzoresk, dove si possono vedere (ed eventualmente visitare) numerose grotte, abitate dalla preistoria fino a non molti anni fa. Rientro a Goris per la cena ed il pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 80).

6° GIORNO: dopo colazione, partenza in autovettura per le falde del Passo Selim (m 2.410) – lungo la “via della seta” – e da qui, in bicicletta, si pedala in direzione della vetta, nei cui pressi si trova e si visita uno stupendo Caravanserraglio medievale (anno 1326). Si continua, scendendo, verso il villaggio di Martuni. Da Martuni si prosegue in autovettura, fino al bivio per il Cimitero di Noraduz. Pranzo al sacco.
Nel pomeriggio visita al Cimitero medievale di Noraduz, il più grande e antico d’Armenia e proseguimento per il villaggio di Sevan, dove si cena e si pernotta.
(lunghezza del percorso: in totale, km 77).

7° GIORNO: dopo colazione, visita della Penisola del Lago Sevan e del complesso monumentale di Sevanavank, un Monastero costruito nel IX secolo. Partenza in bici alla volta del villaggio di Tsapatagh, sulla sponda orientale del lago, uno dei più grandi laghi d’alta quota del mondo (m 1.900 s.l.m.). Pranzo al sacco.
Nel pomeriggio, tempo libero per girovagare sulla penisola di Shorzha/Artanish ed eventualmente per fare un bagno nel lago. Continuazione fino al villaggio di Tsapatagh, dove si cena e si pernotta.
(lunghezza del percorso: in totale, km 67).

8° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici per Shorzha e da qui in autovettura per il villaggio di Chambarak. Pranzo al sacco. Si rimonta in sella e si raggiunge Gosh, per visitare l’omonimo Monastero: Goshavank (Nor Getik). Si continua alla volta di Ijevan, cittadina di poco più di 20.000 abitanti, capoluogo della regione Tavush. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale km 88).

9° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici in direzione del villaggio di Haghartsin e dell’omonimo Monastero. Dopo la visita si prosegue per Dilijan, cittadina turistica, ben attrezzata dal punto di vista ricettivo e il cui centro storico è stato parzialmente restaurato. Pranzo.
Nel pomeriggio, continuazione per il villaggio di Fioletovo e successivamente per Lermontovo. Questi villaggi sono tuttora abitati dai “molokani” gente d’origine russa, stabilitasi qui circa due secoli fa. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 70).

10° GIORNO: dopo colazione, partenza in autovettura per Vanadzor e breve sosta per visitare la Karakilisa. Prosecuzione per il “Passo Pushkin” (m 2.040) fino a Gargar. Da qui s’inforcano le bici e si avanza verso “Dendropark”, un giardino botanico di straordinaria bellezza. Dopo la visita, ritorno a Gyulagarak per il pranzo.
Nel pomeriggio, partenza in bici verso Kurtan e il suo bellissimo canyon; lungo il percorso visita a Hnevank, incantevole e isolato Monastero di singolare suggestività. Continuazione verso il villaggio di Kober (per visitare il Monastero di Kobayr del XII secolo) e il villaggio di Haghpat, dove si trova uno dei più interessanti complessi monastici armeni – sito Unesco. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 67).

11° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici per l’altopiano di Odzun e per l’omonimo villaggio, che conserva un’antichissima Chiesa, dedicata a Surb Astvatsatsin (la Santa Madre di Dio), la cui prima costruzione risale al IV secolo. Continuando, in direzione Sud, si percorre l’intero altopiano, indi si devia a destra in direzione di Stepanavan e si pedala ai margini di un suggestivo canyon fino a Lori Berd, dove si pranza.
Nel pomeriggio, nei dintorni del villaggio, si potranno ammirare, suggestivi e storici monumenti. Proseguimento per Stepanavan, cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 55).

12° GIORNO: dopo colazione, partenza in autovettura – direzione Sud – per il villaggio di Spitak. Si continua in bicicletta per l’omonimo passo (m 2.200) – attraversando alcuni villaggi abitati da minoranze curde – e si giunge ad Aparan. Pranzo.
Nel pomeriggio, prosecuzione in autovettura fino al monumento alle lettere dell’alfabeto (di dimensioni cubitali). Dopo una succinta visita, si rimonta in sella per salire le pendici del Monte Aragats (in direzione del Lago Qari Lich – lago di pietra) e raggiungere la Fortezza di Amberd (comprendeva le terme e una chiesa). Dopo la visita di tutto il complesso monumentale, sempre in bicicletta si scende verso il villaggio di Tegher, per visitare il bellissimo Monastero (secc. XIII – XIV) e il telescopio ottico, con radio osservatorio. Continuazione per il villaggio di Aghtsk. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale, km 90).

13° GIORNO: dopo colazione, partenza in bici alla volta di Oshakan e dell’omonimo Santuario dov’è sepolto St. Mesrop Mashtoz, il monaco inventore dell’alfabeto armeno. Proseguimento per la visita ad una cantina vinicola con degustazione. A seguire, partenza per Echmiadzin, Santa Sede dei Cristiani armeni e residenza del Catolicos, massima autorità religiosa: si può assistere alla liturgia solo di domenica. Pranzo.
Nel pomeriggio, visita alla Cattedrale, al suo parco e ai numerosi khachkar, posti sulle tombe di alcuni Catholicos. Visita alle vicine Chiese di Santa Gayane e di Santa Hripsime e ai resti della Cattedrale di Zvartnots (VII sec., sito Unesco). Rientro in autovettura a Yerevan. Cena e pernottamento.
(lunghezza del percorso: in totale: km 36).

14° GIORNO: dopo colazione, tempo libero a disposizione. Pranzo in un ristorante etnico.
Nel pomeriggio visita alle Cantine vinicole Ararat, ai laboratori d’invecchiamento del brandy (degustazioni) ed al relativo museo; proseguimento per il Centro etnografico Dzoragyugh, Museo del grande regista Sergei Parajanov. Tempo libero a disposizione; successivamente cena d’arrivederci e pernottamento.

15° GIORNO: dopo colazione (se non è compatibile con l’orario dei voli l’albergo offrirà una colazione “al sacco”) partenza per l’aeroporto e volo di rientro.

In totale si “pedalano” 872 km in 13 giorni (si escludono il primo giorno con soli 10 km e il 14°) con una media di circa 66 km al giorno.

SCHEDA TECNICO INFORMATIVA